ARTE & CULTURA

Ispirati dagli archivi

Un evento per fare conoscere ai cittadini la ricchezza del patrimonio archivistico del nostro Paese

di La Redazione

La Camera di Commercio di Perugia aderisce all'iniziativa ideata e sostenuta dalla Associazione Nazionale Archivistica Italiana

Dal 14 al 19 marzo 2016 una serie di eventi interesserà tutto il territorio nazionale. Una settimana di iniziative per dimostrare che l'importanza della corretta conservazione dei documenti sta a cuore a tutte le comunità che vivono attorno agli archivi, grandi o piccoli che siano, e che la memoria è un patrimonio che ha bisogno di essere tutelato.

Ispirati dagli archivi è una iniziativa ideata e sostenuta dall'ANAI, l’Associazione Nazionale Archivistica Italiana, per fare conoscere ai cittadini la ricchezza del patrimonio archivistico del nostro Paese e per richiamare le istituzioni a garantire risorse adeguate per la sua tutela e valorizzazione e a gestire con consapevolezza il tema della conservazione del documento digitale, che offre eccezionali vantaggi ma espone anche a rischi da valutare per tempo e con attenzione.

A questa importante iniziativa ha dato la prpria adesione anche la Camera di Commercio di Perugia. Da tempo la Camera, ente dalle radici antiche e profondamente legato al territorio di cui è espressione, riprende il tema della memoria e dell’identità della sua missione istituzionale, e approfondisce la storia delle imprese che ne rappresentano la base vitale.

Grazie alla collaborazione con la Soprintendenza archivistica dell’Umbria, avviata nel 1985, la Camera è riuscita a salvaguardare il proprio patrimonio archivistico, bibliografico e fotografico  ed è stata in grado di valorizzare questi preziosi beni culturali per favorirne la fruizione anche all’esterno.

L’archivio camerale di Perugia si distingue, nel panorama generale, per ricchezza e organicità della documentazione, testimonianza di un’attività multiforme che, nonostante le trasformazioni dettate dal tempo, fornisce inestimabili informazioni sulla vita economica e sociale del territorio.  Nel 1988 è stato pubblicato il volume dal titolo “L’archivio storico della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Perugia (1835-1946)”, uno dei pochissimi strumenti di ricerca a stampa allora esistenti nel mondo camerale, in cui veniva riordinata e inventariata la parte più antica e rara della documentazione prodotta nel corso degli anni.

La collaborazione è proseguita con una certa regolarità, e l’archivio camerale, riordinato e inventariato, è stato oggetto di numerose consultazioni da parte di studiosi e ricercatori, che hanno spesso dato luogo a interessanti pubblicazioni scientifiche.  

E così, per celebrare l’anniversario dei 175 anni dalla sua istituzione, nel 2010 la Camera di Commercio di Perugia ha colto l’opportunità fornita anche dalla ricchezza dei suoi documenti d’archivio per analizzare e comunicare la complessità dei rapporti che, nel corso di quasi due secoli di storia, sono intercorsi fra l’ente camerale e il tessuto economico-produttivo di riferimento, e ha fatto riscoprire, anche attraverso la pubblicazione di un volume dedicato alla ricorrenza, uno straordinario patrimonio di cultura, di valori professionali e umani che il passato ci ha trasmesso e che è nostro dovere custodire.

Lo stesso patrimonio documentale, impreziosito  da un ricco archivio fotografico, ora anche digitalizzato, è stato di nuovo protagonista nella Mostra storica e fotografica “Visioni d’impresa”, inaugurata nel 2012, che ha ricostruito l’evoluzione della comunicazione d’impresa e il ruolo svolto nel tempo dalla Camera di Commercio per promuovere le imprese e il territorio.

Dal 2011, inoltre,  il Registro nazionale delle imprese storiche, istituito dall’Unione italiana delle Camere di Commercio,  incoraggia e premia quelle imprese che, nel tempo, hanno trasmesso un patrimonio di esperienze e valori imprenditoriali, e valorizza le aziende che, nella longevità ultracentenaria, testimoniano le trasformazioni e i caratteri più profondi di un’identità nazionale e territoriale e la capacità di coniugare innovazione e tradizione.

Cultura e tradizione: l'importanza del riordinamento di antiche carte consiste anche nella possibilità creativa di ricostruire, seppure in modo frammentario, il passato, di recuperare una perduta continuità storica che costituisce il fondamento del presente, di trasmettere ai posteri un riflesso di sé e delle proprie azioni.