VISIONI D'IMPRESA

19 maggio 2017

Impresa in Azione 2017: Il Maitani di Orvieto vince il premio come migliore impresa JA umbra

di La Redazione

 

Una giornata all’insegna dell’imprenditorialità e dello spirito d’iniziativa. A Todi, nel chiostro del Liceo Jacopone da Todi, si è conclusa ieri l’edizione 2017 della Fiera Regionale di “Impresa in Azione”, il programma didattico promosso da Junior Achievement Italia, prima associazione non profit per la diffusione della cultura economico-imprenditoriale tra i giovani, e sviluppato in Umbria grazie alla partnership con le Camere di Commercio di Perugia e Terni.

Nel corso di quest’anno scolastico in Umbria sono stati coinvolti in “Impresa in Azione” 15 team formati da studenti degli istituti medi superiori ITC di Amelia, IIS Cassata-Gattapone di Gubbio, IIS Ghandi di Narni, IISST Maitani di Orvieto, I.T.I.S. A.Volta di Perugia, ITET A. Capitini di Perugia, IIST Professionale Spagna di Spoleto, Liceo Classico G.C. Tacito di Terni, Liceo R. Donatelli di Terni, Licei Statali F. Angeloni di Terni, Liceo Jacopone da Todi di Todi. In crescita rispetto allo scorso anno scolastico sia per quanto riguarda il numero di team coinvolti che quello degli Istituti.

Vince il Premio “MIGLIORE IMPRESA JA DELL’UMBRIA” l’I.I.S. SCIENTIFICO E TECNICO “L.MAITANI” DI ORVIETO, con l’impresa “ORVIELLETTO”, produttrice del “braccialino trendy O-Lace”. Il team di studenti – imprenditori di Orvielletto, volerà a Milano per partecipare all’evento nazionale “BIZ FACTORY”.

 

Cinque le MENZIONI SPECIALI:

per l’”Impegno, l’Attenzione al Sociale e all’Ecosostenibilità” a CANAPASIA dell’ITET “A.CAPITINI” di Perugia;

per lo “Spirito di Gruppo” a “L.S.D.- (Led Scooter Dab)” dell’ITIS “GATTAPONE” di Gubbio;

per il “Marketing e Comunicazione” a “PROFUMI DI UNA VOLTA” dell’ITIS “A. VOLTA” di Perugia;

per l’”Inclusività” a “Fil Future Integration Look” dell’Istituto Tecnico e Professionale “G.Spagna” di Spoleto;

per l’”Innovazione” a “P&P Nodes” dell’Istituto di Istruzione Superiore “Ghandi” di Narni.

 

“Impresa in Azione” è il più diffuso programma di educazione imprenditoriale nella scuola superiore, che in 12 anni ha coinvolto in Italia oltre 50 mila studenti, 18.000 nell’ultimo anno scolastico (+38% rispetto a un anno fa) e oltre 310.000 ogni anno in tutta Europa.

Per la sua praticità e vicinanza alla realtà, il Programma agevola lo sviluppo di un set di competenze tecniche e trasversali, fondamentali per tutti i giovani, indipendentemente dai loro interessi lavorativi futuri. La metodologia di apprendimento, che segue logiche esperienziali di learning-by-doing, è in grado di appassionare e coinvolgere attivamente tutti i partecipanti.

 

Protagonisti della Finale umbra di Todi, sono stati ragazze e ragazzi che hanno realizzato la loro idea imprenditoriale sviluppata a scuola durante tutto il presente l’anno scolastico, con il supporto del docente coordinatore e di alcuni manager d’azienda. Gli studenti – imprenditori hanno costituito vere e proprie imprese e ne hanno poi curato direttamente la gestione, dal concept di un’idea, alla realizzazione di prodotti e servizi, fino al lancio sul mercato, attraverso reti di distribuzione e vendita.

Ogni team, un’impresa, con queste denominazioni: Fil Future Integration Look, la Profumi di una volta, Easy School, Orvielletto, Jameria, Fuit Tempus Quo, L.S.D. - Led Scooter Dab, CanapaSia, Paper Art, Infinity-Candle, D-START, Meetwith, Green He-Art, Green Dreams, P&P Nodes.

E ogni impresa ha presentato una serie di prodotti pronte da commercializzare: accessori di moda realizzati con tessuti dismessi dalle imprese, braccialetti, bastoncini diffondi-essenza, contenitori in vetro ottenuti dal riciclaggio di bottiglie, luci led per scooter, diffusori in ceramica per oli essenziali e bacchette di canapa, segnalibri e bigliettini disegnati con i Mandala, candele di varie profumazioni e colori, app di svariati contenuti, soprattutto a sfondo artistico e turistico, una saccamaca, a metà tra amaca e sacco a pelo. E anche prodotti dolciari, come la tavoletta di cioccolato riproducente la Basilica di San Benedetto di Norcia, per contribuire alla rinascita post terremoto.

Il lavoro degli studenti – imprenditori è stato valutato dalla Giuria di “Impresa in Azione” formata da Sergio Sacchi, Docente di Macroeconomia presso l’Università degli Studi di Perugia, Giuseppe Flamini, Presidente della Camera di Commercio di Terni, Roberto Giannangeli, componente della Giunta della Camera di Commercio di Perugia, Ivana Jelinic, Consiglio Camera di Commercio di Perugia e Luca Cipiccia, imprenditore di Terni.

Alla finale umbra di “Impresa in Azione” hanno presenziato Sergio Guarente, Preside del Liceo Jacopone da Todi, Livia Di Nardo, Referente di Junior Achievement Italia, in rappresentanza del sistema camerale umbro, partner di “Impresa in Azione”, Mario Pera, Segretario Generale Camera di Commercio di Perugia e Giuliana Piandoro, Segretario Generale Camera di Commercio di Terni.

“Impresa in Azione” di Junior Achievement Italia, è il programma didattico riconosciuto dalla Commissione Europea come la più efficace strategia educativa di lungo periodo per la crescita e l’occupabilità dei giovani. Attraverso una metodologia didattica basata sul learning by doing e un curriculum ricco di iniziative e contenuti, vengono offerti agli studenti gli strumenti giusti per trasformare una semplice idea in una vera e propria impresa.

 

Guarda la vetrina online delle imprese JA dell'Umbria
 

Fotogallery

Videogallery



Impresa in Azione. Giovani talenti in gara

di Paola Buonomo

Leggi tutto

Gabriele Lucantoni: intervista al nuovo coordinatore del Comitato per l’imprenditoria giovanile della Camera di Commercio

di Chiara Ceccarelli

Leggi tutto